www.sansalvoantica.it


Ogni mondo è paese, ma il mio paese è il mio mondo.
Fernando Sparvieri

Sfogliando pagine ingiallite dal tempo, ho incontrato mio padre.
Fernando Sparvieri

Sopr'a 'na culline tra li fiure
se trove stu paese 'ncantate,
sciabbindette chi ci l'ha piantate
loche chiù belle 'n pute' truvà.
Evaristo Sparvieri


ANGELO STERPETTI

(Infermiere della povera gente)

di Evaristo Sparvieri



Angelo Sterpetti



E’ tornata, in gita di piacere, a San Salvo (suo paese nativo) dopo 76 anni e all’età di 81 anni compiuti.  E’ stata  portata in Australia dai suoi genitori quando era una bimba di solo  cinque anni. Il suo nome è Elena Cilli, figlia di Domenico e di  Chiara Caruso, emigrati nell’anno  1933 per motivi di “ nerissima miseria e povertà locale”

La originalità di tale avvenimento è che la Signora  Elena , pur conservado dei vaghi ricordi della San Salvo di allora, parla meravigliosamente e correttamente “ lu sualvanêse” con accenti di massima precisione ,con sfumature, e con modi dire di purissimo linguaggio e di espressioni prettamente paesane di vecchia tradizione locale.

Dice di conoscere solo due “Lingue” : qualle Inglese (che parla  correttamente) e “lu sualvanêse” che  parla meglio e con molta spigliatezza.

Ella dice che in casa, loro hanno sempre usato il dialetto di origine e che la lingua inglese veniva adorerata unicamente per rapporti esterni all’ambito familiare . I suoi genitori ci tenevano a tutto  questo, in modo sviscerato, onde si sentissero ognora legati al  paese di provenienza e considerarsi sempre “salvanesi” pur vivendo in terra straniera.

Tanto avvenimento commuove profondamente, poichè sta a significare quanto possa essere doloroso e triste vivere lontano  dalla propria Terra, a cui si cerca affettuosamente, di rimanervi legati e mai dimenticarla, almeno,  solo per  mezzo della “bella parlatura paisane, fresche gne l’acque di li funtanelle”.

Evaristo Sparvieri