WWW.SANSALVOAntica.IT



I racconti del maestro Evaristo.

La bottega di Mastro Luigi.


LO  SPIRITO  DI  CORPO

di Evaristo Sparvieri

 

Durante gli anni trenta del secolo scorso, coincidenti  col  ventennio  fascista,  i giovani, al compimento del diciottesimo anno di  età,  erano obbilgati a frequentare il  cosiddetto  “Corso di istruzione  premilitare” tendente alla preparazione, dei giovani stessi, prima che essi venissero  chiamati a  compiere il servizio  di  leva  nei  vari  settori  delle  Forze Armate dello Stato.

Detti corsi avevano il loro svolgimento nell’ambito del paese di residenza, nel pomeriggio di ogni sabato ed in locali chiusi  o  all’aperto,  a  seconda  delle attività da  svolgere  (pratiche o orali) e,  per  accertare  il  livello  di preparazione dei giovani, spesso venivano, loro, rivolte domande relative al  programma svolto. 

E Mastro Luigi, investito dalla domanda cosa fosse “Lo spirito di corpo”,* sarcasticamente ed intenzionalmente rispose: “Lu ŝquardille”, usando il termine muratoresco che vuol significare “scorreggia”.

Per tale affronto e offesa alla disciplina ed alle norme del rigido e serio  regolamento militare, si “sbafò” una nottata in “camera di sicurezza” presso il Posto Fisso di Polizia, esistente, allora, in paese.

                                                       

*Orgoglio di appartenenza al proprio Corpo Militare.