WWW.SANSALVOAntica.IT


HOME
 


La nostra storia

Giovanni Artese

I CADUTI DI SAN SALVO 

NELLA I E II GUERRA MONDIALE 

www.sansalvoantica.it - Caduti sansalvesi - Grande guerra 15-18 - FOTO GINO
clicca sulla foto per ingrandire

Grazie alle ricerche di Massimo Vitale, a lungo giornalista RAI in Molise e insieme studioso di Storia, abbiamo finalmente potuto acquisire nuove e attendibili notizie sui caduti di San Salvo della Prima e della Seconda guerra mondiale. Peraltro, quando, negli anni Novanta del Novecento, in città venne modificato il basamento del Monumento ai Caduti (inaugurato il 29 giugno 1932, opera - intitolata "Vedetta armata" - dello scultore Giacomo Negri), infelicemente si confusero i nomi dei caduti delle due guerre determinando così l'impossibilità di sapere a quale evento bellico ciascun combattente avesse partecipato.

Massimo Vitale ha scritto due volumi sui caduti molisani della guerra 1915-18: "5000 Croci. I Molisani nella Grande Guerra 1915-1918", Ed. Enne Campobasso; e "Con l'animo che vince ogni battaglia, i Molisani nella prima guerra mondiale 1917-1918", Edizioni E. Nocera Campobasso"; ma si è interessato anche dei caduti in Abruzzo e attualmente si sta preparando ad allestire una mostra a Pisa nonché a pubblicare altri due volumi: uno dedicato a "Pisa e la sua Provincia nella Grande guerra", l'altro alle biografie di combattenti molisani. 

L'abbiamo cercato come Amministrazione comunale per invitarlo a partecipare al Convegno del centenario dell'intervento italiano nella I Guerra mondiale, che si terrà a San Salvo l'8 aprile 2015, presso la Casa della Cultura - Porta della Terra sul tema: "Gli Italiani e la Grande Guerra (1915-2015)" e che vedrà la partecipazione anche di Giuseppe Pardini, dell'Università del Molise, e di Enzo Fimiani - autore, con Gustavo Corni, del "Dizionario della Grande Guerra". E come primo contributo Massimo Vitale ci ha inviato proprio gli elenchi dei Caduti militari di San Salvo per cause belliche che qui di seguito alleghiamo e rendiamo pubblico. Per ogni Caduto sono esplicitati la data di nascita (e il luogo se diverso da San Salvo), il reparto di appartenenza (reggimento o battaglione [btg]; f. sta per fanteria), la data di morte, il luogo della morte (o.m. sta per ospedale militare), la situazione di morte (D sta per disperso; comb. per in combattimento; f.f.g. ferito per fatto di guerra; pr. per in prigionia), la paternità ed eventuale luogo di sepoltura.

Prima di ascoltarlo, l'8 aprile, perciò lo ringraziamo per questo patrimonio di conoscenza che lui e altri studiosi come lui (è il caso di Alessandro Vanni di Rimini) ci hanno recentemente trasmesso e che certamente contribuirà a eliminare dubbi e incertezze sulla sorte di diversi Caduti di San Salvo, le cui famiglie - ne ricordo alcune - si sono chieste spesso, senza avere risposta, il luogo, la causa di decesso e il cimitero di sepoltura del proprio caro. Una riprova che la ricerca non è mai inutile e anzi ci permette di scoprire verità persino a distanza dai luoghi e dal tempo degli eventi.

Questi gli elenchi di Massimo Vitale:      

Caduti 1ª Guerra Mondiale

ARTESE VIRGILIO DONATO: 6-8-93, 52° f., 26-9-17, m. Marmolada, D comb., di Antonio.

BELFIGLIO ANTONIO: 20-8-78, 3° art. f., 12-2-16, Dolcè, annegamento, di Vincenzo.

BELFIGLIO CARMINE: 15-7-85, 87° f., 17-9-16, Malò, f.f.g., di Vincenzo.

CHECCHIA NICOLA: 21-3-96, 13° f., 22-9-16, Nad Logem, f.f.g., di Vito.

CIAVATTA  VINCENZO: 19-4-89, cap.le 123° f., 15-9-16, Nova Vas-q. 208  nord, D comb., di Andrea.

CILLI NICOLA: 27-12-82, 10° f., 26-7-18, Val Brenta-q. 876, D comb., di Innocenzo.

CILLI PASQUALE: 19-10-77, 138° btg. MT, 24-2-17, Ancona, malattia, di Domenico.

CILLI VIRGILIO: 14-9-91, 123° f., 29-6-16, Selz, f.f.g., di Vittorio.

CIMINI PIETRO: 5-2-91 a Fermo, 123° f., 6-11-15, zona Polazzo-Sassi Rossi-Trincea a Ypsilon o.c. 070, f.f.g., di Giuseppe.

CIMINI VITALE: 29-5-90, 123° f., 6-8-15, zona Castelnuovo o.c. 068, f.f.g., di Luigi.

DE DOMINICIS NICOLA: 11-12-94 a Cortino, 205° f., 14-3-17, o.m. Milano, f.f.g., di Gregorio.

DE FILIPPIS ANTONIO: 28-1-94, 130° f., 13-7-16, zona Casera Zebio-q. 1706  o.c. 148, f.f.g., di Vincenzo.

DEL NERO GIOVANNI nato in Lombardia?

DE NICOLIS SEBASTIANO: 13-11-88, 22° f., 28-11-15, Castelnuovo, f.f.g., di Vito.

DI CASOLI CARMINE: 6-6-96, 18° bers., 4-7-18, zona Sile Cavetta-Piave Nuova, f.f.g., di Michele.

DI IORIO DOMENICO: 26-8-82, 129° f., 19-2-17, zona m. Zebio-m. Colombara o.c. 148, f.f.g., di Luigi.

DI PIERRO VITALE: 11-2-95, 55° f., 8-6-16, D acque Valona affondamento piroscafo Principe Umberto, di Vito.

DI STEFANO CARMINE: 5-10-90 a Crognaleto, 270° f., 3-9-17, zona Bainsizza-Kal 3ª sez.san., f.f.g., di Stefano.

FABRIZIO NICOLA : 24-10-93, 104° gr. bomb., 15-6-18, Fossalta di Piave, f.f.g., di Modestino.

GIANNINI LUIGI: 14-2-93, 113° f., 1-11-16, Lukatic, f.f.g., di Francesco.

IEZZI TOMMASO: 28-2-97, 220°f., 8-6-18, PR, malattia, di Gaetano.

IALACCI VITO Antonio: 10-2-94, cap.le 37° f., 3-11-16, zona Vertoiba o.c. 121, f.f.g., di Teodoro.

MARZOCCHETTI  ORLANDO: 2-1-95, 207° f., 21-8-17, Bainsizza-m. Kak-q. 549, f.f.g., di Pompeo.

NAPOLITANO ANGELO: 3-9-88, 228° f., 2-11-16, zona S. Pietro di Gorizia o.m. Cormons, f.f.g., di Antonio.

NAPOLITANO VITO: 4-5-99, 127° f., 27-10-18, m. Pertica, f.f.g., di Antonio.

NAPOLITANO VITALE: 22-4-81, 257ª comp. mitr. Fiat, 13-10-18, 247ª sez.san., malattia, di Giuseppe.

REALE ANTONIO: ???? 5-9-88 a Vasto, marinaio CREM, 28-12-15, S. Lazzaro di Savena, scontro ferroviario, di Nicola.

SULPIZIO BARTOLOMEO: 24-8-87, 9° bers., 13-3-17, Asti, malattia, di Francesco.

TOMEO FELICE: 10-11-84, 211° f., 16-9-16, Veliki Kribak, f.f.g., di Nicola.

TORINO NICOLA: 13-3-93, 122° f., 22-10-18, Piave-S.Giorgio, di Felice.

TORRICELLA VITALE: 31-3-89, 5° alp., 15-5-19, Udine o.c. 206, postumi f.f.g., di Giuseppe, Udine Tempio Ossario.

 

Caduti 2ª Guerra Mondiale

CAVICCHIA ANTONIO: 23-11-22, morto 17-1-43 in località sconosciuta.

DI FALCO BINDO: 3-1-17, morto 21-3-41 a Giarabub, Bari sacr. Oltremare.

DI FALCO CARMINE: 18-6-21 in Argentina, morto 27-6-40, località sconosciuta.

DI FALCO VITALE: 20-10-18, morto 24-3-42, per affondamento nave località sconosciuta.

DI IORIO ANTONIO: 16-3-12, morto 22-11-41 a Sollum, Bari sacr. Lapidi Murali.

DI IORIO LUIGI: 6-10-14, morto 9-2-41, località sconosciuta, Bari sacr. Oltremare.

FABRIZIO COSTANZO: 2-12-22, morto 31-3-43 in Russia, sepolto a Uciostoie.

FRANCIOTTI VITALE: 29-9-13, morto 31-12-44 località sconosciuta.

GASPARI ENRICO: 11-1-19 a Scerni, 25-1-43, località sconosciuta.

GIANNINI ROCCO: 31-1-21, morto 16-11-42, località sconosciuta.

IEZZI LUIGI: 10-6-12, morto 23-2-41, località sconosciuta, sepolto in Italia.

MARZOCCHETTI  AMILCARE: 21-12-16, morto 19-12-42, località sconosciuta.

MISCIONE ANGELO: 16-2-16, morto 25-1-43, località sconosciuta.

MONACELLI NICOLA: 28-1-14, morto 1-2-43 osp. 3089 Vladimir, sepolto a Vladimir.

TASCONE DOMENICO: 6-11-19, morto 9-9-43 località sconosciuta.

SULPIZIO VITALE: 12-5-12 a Cupello, morto 20-1-43, località sconosciuta.

TORRICELLA GIUSEPPE: 11-4-19, morto 31-12-42, località sconosciuta.

VICOLI LUIGI: 28-11-13, morto 5-1-41, località sconosciuta, Bari sacr. Oltremare.

 

Altri Caduti:

CIAVATTA  VITALE: non identificato.

FABRIZIO VITALE : non identificato. 

IALACCI VITALE: 21-02-02, morto 6-12-43 a San Salvo a causa di una mina. 

                                                                                                            Giovanni Artese

   

Galleria fotografica
(clicca sulle foto)

 LA STAMPA del 26 Luglio 1943 annuncia del dimissioni di Mussolini del 25 luglio Corriere della Sera del 9 Settembre 1943 - Armistizio dell'Italia con gli Alleati settembre 11/12 novembre 1943.- Un “panzer Kw IV”, perduto dai tedeschi il 3 novembre a San Salvo. In alto, sulla destra, è visibile la chiesetta di San Rocco (per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London).  11/12 novembre 1943. Un cannone d’assalto tedesco [Schurmgeshutz o Panzeshutz] abbattuto alla periferia di San Salvo [contrada Sant’Antonio] durante i combattimenti del 3 novembre 1943. Sullo sfondo, la strada per Vasto (per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London).
      

3/4 novembre 1943. “Due prigionieri tedeschi, catturati in San Salvo [lungo corso Garibaldi] vengono fatti salire su un autocarro e portati via per l’interrogatorio” (da G. Artese, La guerra in Abruzzo e Molise 1943-44, vol. I, per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London). 3.4 novembr 1943 - Truppe inglesi a san salvo da poco liberata 3/4 novembre 1943. “Due prigionieri tedeschi, catturati in San Salvo [lungo corso Garibaldi] vengono fatti salire su un autocarro e portati via per l’interrogatorio” (da G. Artese, La guerra in Abruzzo e Molise 1943-44, vol. I, per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London). -4 novembre 1943. “Un carro Sherman in movimento per l’attacco su Vasto” (per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London).
 
6 novembre 1943. Vasto. “I cittadini si preparano all’entrata dell’8ª Armata. Alcuni di essi stanno attaccando un manifesto di benvenuto agli uomini di Montgomery” (da G. Artese, La guerra in Abruzzo e Molise 1943-44, vol. I, per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London). 6 novembre 1943. Soldati del “6° Lancers” (unità da ricognizione dell’8ª Divisione indiana) fraternizzano a San Felice con gli abitanti del posto (da G. Artese, La guerra in Abruzzo e Molise 1943-44, vol. I, per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London). 4 marzo 1944. L’aereo - un DC 3 Dakota - del comandate dell’8ª Armata britannica, generale Leese, con il suo equipaggio statunitense, sulla pista di volo del Trigno (per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London).  Il generale inglese Montgomery sul Sangro - 1943

Vasto, 30 dicembre 1943. Una guardia d’onore del “London Irish Rifles” presenta le armi al generale Montgomery, in occasione delle cerimonie di commiato del generale dal comando dell’8ª Armata britannica e dall’Italia. Montgomery, Eisenhower ed altri ufficiali anglo-americani, sarebbero andati in Inghilterra ad assumere i comandi di “Overlord” (l’operazione per lo sbarco in Normandia). 8 novembre 1943. Un bulldozer dell’8ª Divisione indiana sgombera le macerie del demolito ponte sul Trigno sotto Tufillo per preparare un guado temporaneo (da G. Artese, La guerra in Abruzzo e Molise 1943-44, vol. I, per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London). Novembre 1943. Area di Tufillo. Il cadavere di un’anziana donna, uccisa in precedenza durante una rappresaglia tedesca, viene raccolto e deposto in una bara da suoi parenti o conterranei (per gentile concessione dell’Imperial War Museum - London).  Una veduta del “Sangro River War Cemetery” di Torino di Sangro. Realizzato a partire dal 1953, accoglie le spoglie di 2.619 soldati britannici e del Commonwealth (esclusi i canadesi, sepolti a San Donato di Ortona) caduti nella guerra 1943-44 in Abruzzo e Molise.
   
HOME